Dicono...     “Non tutta la puzza vien per nuocere“
CHIGNOLO. (gam)
La prima volta sul palco per raccontare una storia di... intolleranza e conflitti generazionali. Ma quando c’è l’amore di qualcuno e la volontà di superare le differenze, tutto si aggiusta.
Sabato scorso, presso il Centro culturale di Chignolo, “la Compagnia del Mercato“ di Terno ha portato in scena “Non tutta la puzza vien per nuocere“, due tempi allegri di Roberto Zago.
Superata brillantemente la prova gli attori e il bravo regista Renzo Martinelli hanno conquistato il folto pubblico, strappando applausi e il consenso della critica.
Ma veniamo agli attori che, come già detto, per la prima volta calcavano un palcoscenico. Valter Zeggio, ha interpretato Gigi, Nino Verderajme Don Giuseppe (suo prete dell’Oratorio), Salvatore Scollo Giovanni (suo compagno di gioventù), Adriana Casarotti Ancilla (perpetua di Don Giuseppe), Daniela Ghisleni la signorina Maria (della San Vincenzo), Irene Romanini Lella e Massimo Martorini Piero (entrambi impegnati in Parrocchia). Complimenti vanno alle Rammentarici Maria Bravi e Rosy Bonasio, al Tecnico elettronico Andrea Rocchi, al Responsabile delle Luci Giacomo Martorini ed a alcuni ragazzi che hanno interpretato la gioventù parrocchiale.
Per il Gruppo “Compagnia del Mercato“ di Terno l’esordio è stato quindi con questa commedia in due atti di Roberto Zago dal titolo in milanese “Al Gigi ghe campana i pèe“ (a Gigi puzzano i piedi) adattata appunto con il titolo “non tutta la puzza vien per nuocere“. L’opera è stata rielaborata dalla Compagnia. La storia è semplice, come tutte le cose migliori. Al povero Gigi puzzano i piedi, motivo questo di discriminazione nei suoi confronti. Rifiutato da adulti e ragazzi trova lavoro e comprensione grazie a Don Giuseppe e l’Amore di Ancilla. Alla fine anche la puzza è un difetto sopportabile se si impara a tollerare. Cosė come si supera il conflitto generazionale tra giovani e vecchi dell’Oratorio con il dialogo.

Gianfranco Gambirasio su “Il Giornale di Merate“